Scegliere le offerte luce più convenienti: ecco come fare

Gestire una famiglia significa anche pensare a tutto ciò che riguarda i consumi. Risparmiare è una necessità davvero preziosa, ecco perché scegliere le offerte luce più convenienti è un compito difficile ma importante.

Lo sviluppo del mercato libero ha comportato la nascita di numerosi fornitori di energia elettrica che si sono andati ad affiancare a quelli storici che fino a pochi anni fa detenevano il monopolio e, in particolare, non permettevano così ampie possibilità di scelta.

Per fare la scelta giusta è necessario prima conoscere alcuni dettagli relativi ai nostri consumi domestici. Sapere quanto si consuma in quantità di luce è sicuramente utile, anche perché quasi tutti i fornitori propongono offerte in base a questo singolo elemento. Il dato preciso del consumo annuo si trova riportato in bolletta.

Cosa sono le fasce orarie utili per scegliere le offerte luce     

I consumi personali sì, sono importanti, ma in base a quelli è possibile scegliere quale fascia oraria sia la migliore per la nostra situazione domestica.

Con la tariffa monoraria il costo dell’energia elettrica resta invariato tutto il giorno.

Con la tariffa bioraria i costi saranno calcolati in base ai chilowatt in due fasce diverse: dalle 19 alle 8 c’è un notevole risparmio, dalle 8 alle 19 il costo è maggiore. Se si sceglie questa opzione, quando si utilizza l’energia elettrica nella seconda fascia (8-19) si spenderà di più. 

La tariffa multioraria prevede costi diversi in base alle tre fasce di consumo. La F1 è quella delle ore di punta, cioè precisamente dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19.00. La F2 cioè le ore ad alto carico vanno dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 9 e dalle 19 alle 24, il sabato dalle 8 alle 24. La F3 è quella delle ore vuote, nello specifico i festivi tutto il giorno e i feriali per le ore non comprese nelle due fasce precedenti.

A ogni tipo di consumatore si lega perfettamente una fascia oraria che se scelta con attenzione permetterà di risparmiare cifre importanti in bolletta. 

Altri consigli per risparmiare

È chiaro che per risparmiare sulla bolletta è necessario partire dalla scelta delle offerte luce fatte su misura per noi tra tutte quelle presenti sul libero mercato, ma un ruolo notevole lo hanno anche le abitudini che abbiamo nel nostro ambiente domestico. Il risparmio inizia proprio da quelle.

Tra i consigli più utili e davvero semplici da seguire ce ne sono alcuni che non tutti conoscono.

Sicuramente sarà prezioso spegnere totalmente i dispositivi elettronici come televisori, computer, tablet, telefoni e tutto ciò che prevede una spia accesa. La modalità stand by non soltanto comporta un dispendio di energia inutile, ma non è neanche così sicura. È conveniente eliminare la pigrizia e spegnere quella spia. 

Scegliere le lampadine a risparmio energetico rispetto alle altre perché anche se comportano un costo leggermente maggiore al momento dell’acquisto, il risparmio sulla bolletta è davvero evidente.

Non lasciare le luci accese nelle stanze vuote se veramente stiamo cercando di risparmiare sui costi della luce. 

Lascia un commento