calcolo-tasse-proprieta

Come si calcolano le tasse sulle abitazioni di proprietà

Sono numerose le tasse da pagare sulla casa, tra cui l’IMU, la Tasi e le tasse sul reddito da proprietà immobili di vario genere. Per calcolare tutte queste tasse si utilizzano i dati catastali e, in particolare, la rendita catastale.

Cos’è il catasto


Il catasto è l’inventario di tutte le costruzioni e i terreni presenti sul territorio italiano. In questo data base tutti gli immobili sono evidenziati su delle mappe, disponibili zona per zona, e identificati con una serie di dati, tra cui l’indirizzo, la categoria castale, il tipo di utilizzo e le generalità del proprietario, o dei proprietari. Tale archivio contiene anche quella che è detta rendita catastale, ossia un valore fiscale che può servire anche per determinare il valore di mercato di un immobile. Sul sito https://geometra24.it/planimetria-catastale/ si possono trovare numerose indicazioni a riguardo di tale argomento.

Come si iscrive un edificio al catasto


Quando si costruisce una nuova abitazione è necessario inserirla nell’archivio del catasto; tale operazione è detta accatastamento, e deve essere svolta prima della fine dei lavori ed è necessario per poter ottenere il certificato di agibilità, che permette di occupare l’abitazione in questione. L’accatastamento deve essere effettuato anche ogni volta che si effettuano delle modifiche sostanziali ad un edificio, che comportano un ampliamento, l’abbattimento di alcune pareti, la fusione di più unità immobiliari. Tali operazioni sono chiamate variazioni catastali.

Il calcolo delle tasse


Per il calcolo delle tasse sulle abitazioni si tiene conto della rendita catastale degli immobili e anche della categoria catastale a cui appartengono. Per quanto riguarda IMU e TASI le quote da calcolare dipendono dai regolamenti comunali, e vanno dai pochi millesimi, fino all’15, da moltiplicare per la rendita catastale rivalutata del 5%. Per quanto riguarda invece il pagamento dell’UIRPEF si deve tenere conto della rendita, per valutare l’effettivo valore dell’immobile.

Come trovare la rendita catastale e la categoria di un immobile


La prima volta che si effettua il calcolo delle tasse sulla casa è necessario reperire alcuni dati presso il catasto. Ogni cittadino è libero di richiedere presso gli uffici comunali, o anche per via telematica, quella che viene chiamata visura catastale. Attraverso questo strumento è possibile reperire i dati di qualsiasi immobile presente sul territorio italiano, o anche conoscere quali siano gli immobili di proprietà di un singolo cittadino o di una società. Se i dati riguardano noi stessi, la visura catastale è gratuita, altrimenti si deve pagare una tassa pari a 1 euro per ogni visura effettuata.

Lascia un commento